1) Che emozioni prova nel ricoprire un ruolo così importante?

Vorrei innanzitutto ringraziare tutte le persone che mi hanno proposto alla presidenza dello Sporting Futsal Limatola. Mi sento onorato nel rivestire un incarico che mi dà la possibilità di esprimere fattivamente un senso di riconoscenza verso il mio paese che amo sempre di più ogni giorno. AMO questa squadra e non prenderò mai una decisione che possa scontentare  la società o i tifosi. Faccio parte di questo team da due anni in cui abbiamo vinto un campionato di Serie D proprio due anni fa. L’anno scorso, invece, abbiamo partecipato per la prima volta al campionato di Serie C2 arrivando al terzo posto in classifica per poi perdere la finalissima play-off. E come se non bastasse siamo riusciti ad approdare anche alla finale di Coppa Campania C2 persa amaramente ai rigori. Tuttavia, so bene gli errori che sono stati commessi. Ma quest’anno la musica è cambiata e chiediamo e pretendiamo a voce alta: ordine e disciplina dato che nell’ultimo periodo non tutti i calcettisti si sono comportati con la giusta professionalità che avrebbero dovuto avere. 
Ora è tempo di correre e dare tutto!
Voglio i fatti!

 

2) Fino ad ora vi siete mossi da leader sul mercato estivo, ma lei quanto è soddisfatto della campagna acquisti? Cosa si aspetta dai nuovi giocatori e soprattutto da un uomo come Mister Luciano Miele che in questi anni di futsal ha fatto del successo una consuetudine?

Riguardo il mercato estivo sono molto soddisfatto e i miei ringraziamenti vanno in primis al direttore sportivo Caruso e al direttore generale Parisi. Quest’anno si può dire che si è dovuta ricostruire un’intera rosa. La nostra difficoltà è stata il tempo essendo partiti troppo tardi, ma comunque siamo riusciti ad allestire una squadra competitiva per la categoria.
Ai neo-acquisti ed anche ai veterani che idosseranno questa maglia dico: non voglio, ma PRETENDO disciplina e ordine. Tutta la dirigenza vuole una squadra unita che guardi ad un solo obiettivo: VINCERE!
Quanto al Mister, posso solo dire che è una bravissima persona e sin da subito c’è stato filling tra noi. Credo sia inutile parlare di lui visto che è l’uomo dei salti di categoria e spero che insieme arriveremo lontani. 

 

3) Veniamo agli obiettivi stagionali.
Una squadra come la sua, per come è stata allestita, può davvero puntare in alto sia in campionato che in Coppa. 
Lei ci crede?

La prima vittoria è quella contro i propri limiti e i difetti, per poi passare agli avversari.
La sicurezza non c’è. Possiamo avere anche la squadra più forte del girone, ma l’ultima parola che poi è quella che vale spetterà al campo. Credo che con questi giocatori possiamo ottenere ottimi risultati con la speranza che i nostri obiettivi saranno centrati. Confido molto nel Mister e nei giocatori e chiedo loro di regalare questa gioia non a me o alla società, ma a tutti i cittadini di Limatola che meritano davvero di essere lodati e gratificati. 

4) Che campionato si attende? 
Sarà un girone più complicato di quello della stagione precedente e soprattutto quali sono le squadre che più di tutte potranno dar fastidio?

Il girone A è composto da squadre molto forti e sicuramente sarà un campionato ricco di emozioni. Il Futsal è anche questo, uno sport bellissimo e difficilissimo, capace di cambiare la sorte di una squadra anche un secondo prima del triplice fischio dell’arbitro. Non credo che ci siano squadre più forti e meno forti, ogni campo sarà diverso, ma noi diremo la nostra su tutti i campi! Non siamo riusciti a vincere l’anno scorso, ma quest’anno l’imperativo sarà vincere! Ci credo!

 
In bocca al lupo ragazzi!
Forza Limatola!

CONDIVIDI