Nel primo test ufficiale di coppa i ragazzi dello Sporting LimatolaEUROGRONDE sviluppo&lavoro, rimediano una brutta sconfitta contro i pari età del Benevento 5.
Si comincia domenica 14 ottobre alle ore 10 nel Pala Giovanni Valentino di Benevento.

Primi minuti di gioco molto equilibrati, con le due squadre che si equivalgono. La svolta è quando il giovanissimo Stoto, classe 2002, commette un fallo che definire ingenuo è poco, proprio a limite dell’area, sugli sviluppi del calcio di punizione il Benevento 5 passa in vantaggio.

Il gol subito scuote i ragazzi di Parisi che alzano il proprio baricentro e creano varie occasioni da gol non riuscendone a concretizzare nemmeno una, si va all’intervallo sull’ 1 a 0 per il Benevento 5. Nella ripresa lo Sporting Limatola- EUROGRONDE sviluppo&lavoro, entra in campo con un piglio diverso facendo vedere buone trame di gioco fino a quando su una punizione dalla lunga distanza il portiere Santoro si fa sorprendere sul suo palo. E siamo al momentaneo 2 a 0.

A questo punto i ragazzi dello Sporting Limatola- EUROGRONDE sviluppo&lavoro, smettono quasi di giocare e nel giro di pochi minuti incassano anche terzo e quarto gol.

Mister Parisi non si arrende e si gioca la carta del portiere di movimento che però non fornisce i frutti sperati, infatti su una incomprensione tra Stoto e Saiano un giocatore del Benevento recupera palla e a porta vuota insacca la palla del definitivo 5 a 0.
È mister Parisi che analizza la partita: “I 5 gol subiti danno fastidio, soprattutto per il modo in cui sono arrivati.” E poi sempre con la solita flemma: “Io e il mio staff stiamo cercando di dare alla squadra un’identità di gioco ben precisa. I ragazzi svolgono in campo delle attività specifiche, noi vogliamo che i giovani di Limatola si cimentino in attività che non sono abituati a fare in campo in questo momento. Però fino a quando tutti i movimenti diventano naturali ci vuole tempo. Insomma del buon gioco si è visto fino al 2 a 0, poi siamo spariti dal campo. La fiducia nel gruppo c’è, ed anche l’entusiasmo. Possiamo crescere tantissimo e correggere anche alcuni errori. Tutto questo appena il gruppo si muoverà con naturalezza. Sarà in quel momento che ci toglieremo tantissime soddisfazioni”.

EUROGRONDE rilancia l’impegno sociale, proprio con la bandiera “sviluppo & lavoro”.

Anche a Benevento l’iniziativa è stata sostenuta dal Gruppo calcistico, dai dirigenti Tescione, Iannucci, Caruso e dal Presidente Di Lorenzo, che con entusiasmo ha ringraziato ancora una volta i calciatori e la Presidenza D’Angelo.

CONDIVIDI